Funerali di Chiara e Francesca, le sorelle di Napoli morte. La mamma: “Non ho avuto tempo di abbracciarle”

Si terranno probabilmente giovedì i funerali di Luca Verdolin, 23 anni, e delle sorelle Francesca e Chiara Mercurio, 20 e 15 anni, residenti a Ronco all’Adige ma originarie di Napoli, quartiere Fuorigrotta. I tre giovani sono deceduti in un tragico incidente  avvenuto la scorsa settimana. Alla guida della vettura c’era Luca che, uscendo da una curva in direzione di Albaredo, avrebbe sbandato invadendo la corsia opposta e andandosi a schiantare prima contro un albero e poi contro un palo della linea telefonica. Lui e Francesca, seduti davanti, sono morti sul colpo; Chiara è stata estratta dai vigili del fuoco mentre respirava ancora ma purtroppo neppure lei ce l’ha fatta. Per quanto riguarda i funerali, dalle prime informazioni raccolte, potrebbero essere celebrati giovedì. Le salme sono state portate alla Casa funeraria di Caldiero.

La Procura di Verona ha aperto un fascicolo, per gli accertamenti di rito, dopo il terribile incidente dei tre ragazzi (Luca Verdolin, 23 anni, e le sorelle Francesca e Chiara Mercurio, 20 e 15 anni) che sono morti sabato pomeriggio a Bonavigo. Non è stata disposta l’autopsia sui corpi e il veicolo non è stato sequestrato perché è già chiara la dinamica dell’incidente, ricostruita dai Carabinieri di Legnago.

La madre, Rosaria Guardascione, dopo la separazione dal marito a Napoli, si era trasferita con le figlie a Ronco. Strazianti le parole della madre delle due ragazze, scomparse tragicamente lo scorso sabato. “Le ho viste uscire l’ultima volta di casa senza neanche abbracciarle”, racconta ai giornalisti distrutta dal dolore.