Carabinieri sfondano la porta e trovano i corpi di Nunzio e Nina, l’allarme dato dal fratello

I cadaveri di due conviventi, un uomo e una donna, entrambi di 56 anni, sono stati trovati dai carabinieri in un appartamento in via Passariello a Castello di Cisterna (Napoli). La scoperta è stata fatta dai militari dopo aver forzato la porta dell’ abitazione. Indagini sono in corso per accertare le cause della morte dei due. L’uomo era titolare di una ditta di materiali edili, entrambi erano incensurati. La scoperta dei cadaveri è stata fatta dai carabinieri in seguito ad una telefonata del fratello dell’uomo che non aveva notizie del familiare da alcuni giorni. La donna era ucraina.

Carabinieri e ambulanza in zona via Passariello nel territorio di Castello di Cisterna al confine con Pomigliano d’Arco. Si teme il peggio, addirittura del ritrovamento di due persone senza vita in un appartamento. La strada al momento è completamente paralizzata dal traffico.

Al momento non ci conoscono ancora le cause del decesso.

Come riferito da Pomigliano Live l’area è blindata da un massiccio spiegamento di forze dell’ordine. Secondo alcuni testimoni la drammatica scoperta è stata fatta nei pressi di un’abitazione poco prima delle 15.

Dai primi accertamenti pare che le due vittime siano marito e moglie ma per ora le notizie sono ancora molto frammentarie. L’uomo sarebbe italiano mentre lei straniera.

I due corpi sono stati rivenuti dopo aver forzato la porta dell’abitazione.

Sul posto presenti i carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna.

Si tratta di un uomo di nazionalità italiana (le sue iniziali Nunzio F.) e la moglie ucraina (Nina S.). Dai primi riscontri sembra che si sia trattato di omicidio-suicidio e che i due non davano segni di vita da lunedì scorso. Sul posto i carabinieri ed il magistrato di turno. – La scoperta è stata fatta dai militari, intorno alle 15, dopo aver forzato la porta dell’abitazione.

Secondo le prime informazioni si tratterebbe di un uomo e di una donna ucraina, entrambi di 56 anni. L’uomo era titolare di una ditta di materiali edili. I militari stanno cercando di ricostruire le ultime ore della coppia. La scoperta dei cadaveri è stata fatta dai militari in seguito ad una telefonata del fratello dell’uomo che non aveva notizie del familiare da alcuni giorni.