commissariato questura castallemmare esplosione
Foto dell'esplosione a Castellammare

Una terribile esplosione è avvenuta giovedì pomeriggio nel commissariato di Castellammare di Stabia. Intorno alle 15.30, un forte boato ha spaventato i residenti, infatti, è stato avvertito da centinaia di residenti che si sono riversi immediatamente in strada. L’esplosione pare essere stata molto violenta ed ha divelto gli infissi in alcune stanze. Sul posto anche vigili del fuoco e carabinieri, arrivati gli artificieri.

La deflagrazione potrebbe essere stata provocata da una caldaia difettosa o secondo altre ipotesi dallo scoppio di fuochi artificiali sequestrati e conservati in un deposito. Secondo le prime notizie fornite dalla Questura non vi sono feriti.

Sul posto è giunto anche il procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli, infatti, la Procura di Torre Annunziata ha aperto un’inchiesta. Ci sono danni nei locali spogliatoio e alcuni uffici che per fortuna in quel momento erano vuoti. Coinvolta anche una palestra da dove si è staccata la controsoffittatura: vetri in frantumi sono finiti nella vicina stazione della Forestale.

Il post del sindaco Gaetano Cimmino sull’esplosione

Su quanto accaduto si è espresso anche il sindaco Gaetano Cimmino che su Facebook scrive: “Sono vicino al primo dirigente Pietropaolo Auriemma ed a tutti gli uomini e le donne del commissariato di Ps di Castellammare di Stabia. Fortunatamente nessuno è rimasto coinvolto nella violenta esplosione che ha scosso l’intera città. Ho dato disposizione a polizia municipale ed Ufficio Tecnico di fornire massimo supporto agli agenti che ogni giorno presidiano egregiamente il nostro territorio. Continuiamo a seguire con grande attenzione la vicenda”.

Tantissimi i commenti dei cittadini che hanno udito il boato e che, presi dallo spavento, sono corsi in strada a vedere cosa fosse successo. Una folla di curiosi si è avvicinata alla caserma di via De Gasperi.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.