Benzinai denunciano rapina in provincia di Napoli, ma è tutto falso: scoperti dal gps dell’auto

rapina gps

Denunciano rapina dell’incasso settimanale ma sono traditi dal gps montato sull’auto. Carabinieri denunciano 2 persone per simulazione di reato.

Hanno denunciato una rapina dell’incasso settimanale  sotto la minaccia di una pistola. Sono finiti nei guai titolare e gestore di una pompa di benzina di Pollena Trocchia, denunciati dai Carabinieri della locale stazione per simulazione di reato.

I due imprenditori – un 35enne di Sant’Anastasia e una 27enne di Afragola, entrambi incensurati – hanno raccontato ai militari di essere stati avvicinati  in Via Verdi  a Sant’Anastasia da un uomo travisato che, a bordo del suo scooter, avrebbe puntato loro una pistola. Voleva l’incasso, diverse migliaia di euro raccolti nell’ultima settimana di lavoro. L’arma non gli ha lasciato scelta e la somma consegnata a malincuore.

Peccato che il Gps montato sull’auto dei due, quello della scatola nera installata dalla società assicurativa, dicesse il contrario smascherando la finta rapina: l’auto non si era mai mossa da Pollena Trocchia, dove era parcheggiata da tempo. I carabinieri hanno così messo alle strette entrambi e scoperto che il contenuto della denuncia fosse inventato di sana pianta per intascare la somma. Dovranno rispondere di simulazione di reato.

 

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK