[Video]. “Giustizia per George Floyd”, proteste in tutta l’America

George Floyd, le immagini della morte e delle proteste

Centinaia di persone hanno manifestato la loro indignazione per le strade di Minneapolis dopo la morte di George Floyd. Bloccato da un agente di polizia che lo ha soffocato tenendolo a terra e premendogli il collo con un ginocchio. La scena è stata filmata da un passante e ha riacceso le proteste contro la violenza della polizia americana nei confronti delle minoranze. Nuova notte di proteste Minneapolis per la morte di George Floyd. Sono stati effettuati lanci di sassi e di bottiglie contro la polizia e alcuni negozi sono stati saccheggiati. Centinaia di persone hanno manifestato davanti al commissariato di polizia a cui appartenevano i quattro poliziotti, licenziati e accusati di aver ucciso l’afroamericano di 46 anni. La protesta si è estesa in serata anche a Los Angeles e Memphis.

La mobilitazione per George Floyd

Altre centinaia di persone si sono ritrovate davanti all’abitazione del poliziotto. La polizia si è schierata in tenuta antisommossa. Ha minacciato il lancio di gas lacrimogeni e l’uso di proiettili di gomma come la sera prima. Il capo della polizia ha lanciato un appello invitando i manifestanti a esprimere la propria rabbia e le proprie ragioni in maniera pacifica. Ma alcuni negozi sono stati saccheggiati, con diverse persone fuggite con televisori, capi di abbigliamento e generi alimentari.

Le proteste

I muri davanti la casa dell’agente nel mirino, Derek Chauvin, sono stati riempiti con le scritte “killer” e “assassino”. Trump: “Faremo giustizia” Il presidente americano Donald Trump ha chiesto al Dipartimento di Giustizia e all’Fbi di accelerare le indagini sulla morte di George Floyd. “Giustizia sarà fatta”, ha twittato il tycoon, definendo l’episodio “molto triste e tragico”.

La famiglia di George

La famiglia di George Floyd, intanto, chiede che i quattro agenti coinvolti nella vicenda siano incriminati per omicidio. “Lo hanno trattato peggio di un animale”, ha detto uno dei fratelli in una intervista alla Cnn. “Devono pagare per quello che hanno fatto”, ha aggiunto una cugina. Sul caso stanno indagando le autorità statali e federali ma non e’ ancora stato formulato un capo d’accusa. In un messaggio su Twitter il candidato democratico alla Casa Bianca, Joe Biden, ha chiesto un’indagine federale. ‘La famiglia di George Floyd merita giustizia’, ha scritto. ‘ Sono grato per la prontezza con cui sono stati licenziati gli agenti coinvolti che meritano di essere ritenuti responsabili per le loro vergognose azioni’.

Anche i personaggi famosi si mobilitano

“Questo e’ il motivo per il quale protestiamo”. Anche Lebron James, l’asso della Nba, si unisce all’indignazione che scuote l’America. Il campione dei Lakers posta sul suo profilo Instagram la foto di Floyd trattenuto dal ginocchio di un agente di polizia. “Svegliati, hai capito ora o non e’ ancora chiaro?”, il commento alle due foto. “E’ la cosa più disgustosa e straziante che abbia visto da molto tempo a questa parte. Fuck the Police! Sì lo dico, non sono interessata a essere politicamente corretta. Sono interessata alla giustizia”. Lo afferma la pop star Madonna postando su Instagram il video di George Floyd. Ma sono molte le star che criticano l’accaduto. Naomi Campbell twitta: “Non ho parole. Sono stanca di tutto questo e sono stanca di persone che muoiono senza motivo. Pensavo che in questo momento avremmo potuto essere tutti più vicini, invece sembra che il coronavirus abbia fatto emergere il razzismo in modo forte”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook