Ciciotto Fontanella
Giugliano, scarcerato Cicciotto Fontanella: scontare la pena residua lavorando in un vivaio

Era detenuto nel carcere toscano di San Gimignano in espiazione di un cumulo di pene di oltre 11 anni e 6 mesi di reclusione per i reati di porto e detenzione di armi, ricettazione, spendita di monete false, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, evasione e danneggiamento. Fontanella Luigi Ciro, giuglianese classe 55, alias Ciciotto, ritorna in libertà dopo 2 anni. Il Tribunale di Sorveglianza di Firenze, Presidente Dott.ssa Venturini, Giudice a latere Dott.ssa Merli, accogliendo la richiesta dell’avvocato Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord, ha concesso la misura alternativa della semilibertà, in modo da far scontare la pena residua lavorando presso un vivaio.

L’uomo fu fermato a bordo di una vettura con un fucile Winchester mod. 70 TR-270 in con matricola n. G 1470200 completo di caricatore con 4 proiettili 303; fucile British Long ranch 1945 con matricola 90L975 completo di caricatore.

In un’altra occasione fu tratto in arresto e posto agli arresti domiciliari per avere introdotto nel territorio dello Stato o acquistato o comunque detenuto banconote contraffatte al fine di metterle in circolazione e ovvero 51 banconote da euro 50 false.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.