I luoghi da non perdere alle Canarie

In vista di una vacanza alle Isole Canarie, non si può che inserire nell’elenco dei principali siti di interesse Fuerteventura, nota in tutto il mondo per la sabbia dorata che impreziosisce le sue spiagge quasi infinite. Qui la natura è per certi versi selvaggia, e proprio per questo motivo ancora più seducente, come dimostrano le dune di sabbia che fanno parte del Parco Nazionale di Corralejo. Chi vuol rilassarsi ha modo e tempo di farlo, ma d’altro canto se si preferisce un po’ di movimento le opportunità non mancano, anche sotto forma di sport acquatici: che si abbia voglia di dedicarsi al windsurf o che ci si dedichi a immersioni subacquee, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Incamminandosi verso sud, ci si imbatte nella Costa Calma e nella località di Jandia, un paradiso in cui è possibile conoscere da vicino i segreti dell’aloe vera. Mentre a Corralejo non si può fare a meno di assaporare papas arrugadas e mojo, El Cotillo e Cofete sono centri che meritano di essere visitati, per un bagno in acque cristalline o semplicemente per una passeggiata nel centro storico.

Lanzarote

Ovviamente nel novero delle destinazioni da amare in occasione di un viaggio alle Canarie non possono mancare le bellezze di Lanzarote, l’isola del celebre artista Cèsar Manrique che grazie alla propria creatività ha realizzato una vasta varietà di splendidi scenari naturali. Basti pensare, per esempio, al Mirador del Rio, ma anche a Jameos del Agua o Jardin de Cactus: sono tutte dimostrazioni di come la natura possa essere intrecciata con l’arte, in un mix che esalta l’ambiente. D’altra parte, Lanzarote è stata eletta riserva della biosfera, e qui si può visitare il Parco Nazionale del Timanfaya, con aree di eruzioni vulcaniche a dir poco sorprendenti. Un’escursione in sella a un cammello può regalare altrettante emozioni.

Tenerife

Come dimenticare Tenerife? Meta privilegiata per chi non sa rinunciare alla movida, questa isola in realtà è anche un ricettacolo di natura e cultura, con la Laguna che è stata inserita dall’Unesco nell’elenco dei patrimoni mondiali dell’umanità, e il Parco Nazionale del Teideche ospita il vulcano con la cima più alta di tutta la Spagna. Vale la pena di venire da queste parti non solo durante la stagione estiva, ma anche in occasione del Carnevale, secondo a livello mondiale solo a quello di Rio de Janeiro.

Le isole minori

Tra le isole minori delle Canarie c’è La Gomera, certo non adatta a chi vuol trascorrere ogni sera in discoteca ma piuttosto consigliata a coloro che intendono i viaggi soprattutto come esperienze con lo zaino in spalla. Anche qui c’è un patrimoni mondiale dell’umanità tutelato dall’Unesco, il Parco Nazionale del Garajonay, ma tra i tanti scenari che è fondamentale immortalare con la propria macchina fotografica ci sono anche quelli della Valle Gran Rey e delle colate di lava della scogliera di Los Organos. A La Palma, invece, c’è il Parco Nazionale de la Caldera de Taburiente, mentre le coppie in cerca di un po’ di romanticismo possono salire sulla cima del Roque de los Muchachos, per osservare le stelle di notte.

In crociera alle Canarie

Una crociera alle Canarie può rappresentare un’occasione da non perdere per conoscere più da vicino le meraviglie di queste isole: cliccando su https://www.costacrociere.it/destinazioni/transatlantiche/canarie.html si possono ottenere tutte le informazioni di cui si ha bisogno per andare al di là delle Colonne d’Ercole ed entrare in contatto con panorami impossibili da dimenticare e atmosfere esotiche. Il passaggio dello Stretto di Gibilterra al giorno d’oggi non è più la barriera tra il noto e l’ignoto, ma la via di accesso verso un universo di paesaggi da mozzare il fiato.