“Il sogno nel cassetto”, l’iniziativa in ricordo di Gianluca Cimminiello

Gianluca Cimminiello era un ragazzo con la passione per l’arte e la boxe. Nella vita faceva il tatuatore e il 2 febbraio 2010 fu ammazzato, lasciando tanti disegni e sogni nel cassetto. Gianluca Cimminiello è una vittima innocente della camorra. La camorra ha spezzato i sogni di quel ragazzo. Per sempre. A dieci anni dalla sua scomparsa lunedì 3 febbraio si terrà a Secondigliano un’iniziativa in sua memoria: in memoria di quel ragazzo divenuto patrimonio di tutti noi ed è per il suo sacrificio che bisogna continuare a sperare e credere che i suoi sogni possano camminare attraverso il nostro impegno quotidiano.

L’evento in ricordo di Gianluca si terrà lunedi 3 febbraio presso plesso Piantedosi dell’I.C. “61° Sauro Errico Pascoli” di via Fratelli Rosselli, 29 (ex traversa Maglione).

GLI ORARI
– ore 15.30 presentazione della scultura dedicata alla memoria di Gianluca, dal titolo “Il sogno nel cassetto di Gianluca”, realizzata da Maria Cammarota.

INTERVENGONO:
• Prof. Piero De Luca, Preside IC SAURO PASCOLI
• Interventi istituzionali
• Pasquale Cagliozzi (Maestro kickboxing)
• Genny Vecchione (Maestro kickboxing)
• Salvatore Izzi (Maestro kickboxing)
• Maria Cammarota
• Susy Cimminiello
• Don Luigi Ciotti

Alle 17,30 l’evento di concluderà con la Santa Messa presso la Parrocchia del Cristo Re, via delle Dolomiti, messa celebrata da Don Francesco Minnelli e Don Luigi Ciotti