11.9 C
Napoli
giovedì, Gennaio 20, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Inps, critiche al presidente Boeri. Covino: “Perché non assume da graduatorie interne?”


Non si placano le polemiche contro il Presidente dell’Inps. Questa volta Boeri, è finito nel tritacarne degli impiegati amministrativi dell’Area AeB, dell’Inps di Napoli mai riqualificati. “Il presidente dell’Inps, pur di assumere migliaia di giovani laureati con qualifica di funzionari, si inventa profili megagalattici e fasulli. Prima “Analista di processo consulente professionale”, C1, poi “Consulente di protezione sociale” C1, dimenticando, di fatto, che i veri “consulenti” nell’Inps, già ci sono e che, da anni, fanno consulenze allo sportello, liquidano pensioni, prestazioni di disoccupazione e tanti altri prodotti demandati all’Istituto di Previdenza Sociale. Senza contare che il lavoro allo sportello, soprattutto in alcune realtà territoriali come quella Campana, rappresenta un momento di formazione quotidiana, a mio giudizio valida molto più di altri tipi di selezioni”.

A parlare è Angelo Covino, del coordinamento metropolitano FLP Inps Napoli e neocomponente del Coordinamento Nazionale degli Enti Pubblici non Economici di Roma (EPNE). “Non si comprende – denuncia Covino – come mai Boeri non assume dalle graduatorie interne. Si tratta di graduatorie ancora valide ed efficaci il cui scorrimento, fino ad esaurimento, restituirebbe non solo dignità ai lavoratori Inps della Regione Campania, già idonei alle precedenti selezioni, ma sgombrerebbe ogni sorta di dubbio circa la genuinità dei bandi di concorso da lui fortemente voluti. Non vorrei assistere ad un film già visto, simile a quello registrato nel Ministero della Giustizia, nei quali sono già stati vittima gli amministrativi dei Tribunali, che hanno dovuto formare gli “infermieri” poi divenuti cancellieri. E’ un meccanismo, a mio parere illegittimo. Boeri, farebbe bene a sedere tra i banchi e non dietro ad una cattedra. La vera scuola – tuona Covino si fa al front-office, in mezzo alla gente. Dove ogni giorno i colleghi sono costretti a subire le intemperanze di una parte dell’utenza che non ammette ragioni, priva semmai di riconoscenza dei suoi diritti che dell’incolpevole impiegato, chiede di tutto ed il contrario di tutto, perfino l’impossibile, l’irrealizzabile. E dinnanzi al diniego, conclude Covino, <sono dolori di pancia. Quindi si tratta di una parte di dipendenti che viene bistrattata quotidianamente e che non può essere umiliata anche dall’Amministrazione>. Intanto il Segretario generale Marco Carlomagno ed il Coordinatore Nazionale Inps Tonino Alberini, annunciano battaglie. Per ora chiedono pubblicamente un incontro con il Ministro Di Maio e con i vertici dell’Istituto, affinché trovino una soluzione allo scorrimento delle selezioni interne e che si metta la parola fine al massacro nei confronti di circa 5000 lavoratori dell’Area AeB di cui un centinaio solo in Campania, che svolgono le attività di funzionario ma che funzionari non sono. Dalla Campania cosi come da altre regioni, già sono partiti i ricorsi. L’Avvocato Stefania Reho, ha impugnato il bando di concorso e portato la questione nelle aule di giustizia, <perché laddove non ci ascolteranno i vertici dell’Istituto, saranno i magistrati a riconoscere le nostre fondate ragioni. Solo così gli impiegati non saranno più giocati dalla politica e tantomeno dai sindacati “firmaioli” che giocano al massacro e a danno dei lavoratori. Basti pensare – conclude Covino – che il nuovo concorso voluto da Boeri, è solo una goccia nel deserto, perché porterebbe in Campania solo 50 nuovi funzionari. Non è escluso, poi, che ad affiancare ed istruire i cosiddetti nuovi “consulenti”, ci siano gli impiegati di area B>.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Marco Di Lauro assolto dall’accusa di omicidio, era accusato di aver ucciso la vittima innocente Attilio Romanò

 Marco Di Lauro, è stato assolto dall'accusa di essere il mandante dell'omicidio di Attilio Romano' , vittima innocente di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria