Nuove tipologie di scommesse, divertirsi con le scommesse sportive con handicap

Nel mondo del calcio e non solo, si nota spesso una differenza di base nelle abilità delle squadre in campo e proprio questa differenza va ad influenzare le quote offerte da tutti i bookmaker sia per le scommesse online che quelle effettuate in agenzie fisiche.

Infatti, le squadre favorite finiscono sempre per pagare quote molto ridotte che limitano le possibili vincite degli scommettitori.

Per far fronte a questo problema e rendere le scommesse sportive più interessanti, i bookmaker online hanno studiato una nuova tipologia di giocata, la scommessa con handicap. 

L’handicap nel mondo delle scommesse viene utilizzato per bilanciare il dislivello tecnico presente fra le due squadre in campo con l’obiettivo di annullare quote unilaterali e rendere le partite più appassionanti. Prendendo l’esempio specifico del calcio, la scommessa con handicap attribuisce un determinato numero di gol di svantaggio alla squadra scelta e quindi da la possibilità agli scommettitori di giocare sulla favorita ottenendo comunque quote vantaggiose.

Quando si piazza una scommessa con handicap, si va ad eliminare la possibilità di perdere a causa di un risultato finale in parità poiché sono stati ipoteticamente assegnati alcuni gol di svantaggio ad una delle due squadre.

Esistono tre tipi diversi di scommessa con handicap.

La scommessa a handicap zero.

Con handicap zero si definisce nulla la differenza di abilità tra le due squadre in gioco e non viene quindi assegnato alcun handicap e si parte dal punteggio base di 0 a 0.

Per vincere bisogna quindi pronosticare la squadra vincente e in caso di pareggio la puntata verrebbe rimborsata.

La scommessa a handicap singolo.

L’handicap singolo stabilisce che esiste una differenza di livello tra le due contendenti. La favorita riceve quindi un handicap volto a bilanciare il match e può essere di -0,5 gol, -1 gol, -1,5 e così via. 

Quindi se si punterà sulla squadra favorita con handicap di -1 gol, per vincere, il team scelto dovrà vincere con una differenza reti finale maggiore di 1 che vada quindi a coprire l’handicap assegnatole. Se dovesse vincere con un solo gol di vantaggio, dopo aver rimosso l’handicap, il risultato sarebbe considerato un pareggio al fine della scommessa e quindi la giocata verrebbe rimborsata.

La scommessa a handicap diviso.

Solitamente si gioca una scommessa ad handicap diviso quando il divario tra le due squadre è minimo e si sceglie quindi di applicare ad uno di esse due handicap diversi.

Ad esempio, alla squadra numero 1 potrebbe venire applicato un handicap di 0 e -0,5. Scommettendo su di essa si perderebbero entrambe le scommesse in caso di sconfitta mentre, se la partita terminasse in pareggio metà della puntata verrebbe rimborsata in quanto una delle due scommesse risulterebbe coperta. In caso di vincita, entrambe le puntata risulterebbero vincenti poiché entrambe i valori degli handicap giocati sono stati superati.

 

Con le tante nuove tipologie di scommesse sportiva a disposizione dei giocatori, rimanere bloccati sulle classiche opzioni fisse 1, X e 2 può non essere la scelta migliore per ottenere vincite interessanti. Vale la pena dunque di puntare sulle scommesse con handicap per scoprire un nuovo metodo facile ed intuitivo per divertirsi con le scommesse sportive online!