Pistola in casa, arrestato il cugino di Emanuele Sibillo

La Polizia ha arrestato, nel quartiere Vicaria, di Napoli il 37enne napoletano Pasquale Scuoto con le accuse di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. All’uomo, gli agenti del commissariato Vicaria Mercato hanno sequestrato, dopo una perquisizione in casa, una pistola semiautomatica con matricola abrasa, una Beretta 84 F cal. 9 corto, completa di caricatore contenete 13 cartucce dello stesso calibro, perfettamente funzionante e pronta all’uso. Scuotto, che era agli arresti domiciliari, è cugino di secondo grado di Emanuele Sibillo, boss della “paranza dei bambini”, ucciso in un agguato camorristico nel luglio 2015 (la mamma di Scuotto è Annunziata Sibillo). Anche il padre, Giuseppe Scuotto è stato ucciso nel 2000 in un agguato scattato in via Novara.