Sesso con una minorenne, scarcerato lo chef di Pozzuoli arrestato in America

E’ stato rilasciato dopo aver pagato una cauzione di 25mila dollari lo chef di Pozzuoli, Luigi Barile arrestato lo scorso 16 maggio. L’uomo era coinvolto in una inchiesta sulla tratta di esseri umani in Florida e accusato di aver fatto sesso con alcune ragazzine dietro corrispettivo di denaro. La notizia riportata dal sito americano newsvillage è stata ripresa dai media napoletani. Luigi Barile è il titolare del ristorante “The Chefs of Napoli”, a Spring Hill in Florida. L’indagine, nella quale sono coinvolte altre nove persone, risale due anni fa e dalla quale sarebbe emerso un giro di prostituzione minorile. Barile si è dichiarato innocente e ha pagato la cauzione di 25 mila dollari a fronte di una richiesta iniziale di ben 650mila dollari, ed è tornato in libertà.