vaccino
Riaprono domani alle 15 gli hub di Mostra e Capodichino

Riapriranno domani 12 maggio alle 15 i due maggiori hub vaccinali dell’ASL Napoli 1 alla Mostra e a Capodichino nell’hangar Atitech. Erano chiusi da lunedì scorso a causa della mancanza di vaccini. Ora invece sono in arrivo 215mila dosi Pfizer. Convocati per domani già 4 mila over 50 pronti a ricevere la loro dose vaccinale.

Oltre 3milioni di dosi in arrivo questa settimana in Italia

Sono previste tre milioni di dosi in arrivo in Italia questa settimana, tra il 12 e il 15 maggio. E’ quanto si apprende da fonti del commissariato per l’emergenza Covid, che spiegano come si tratti di forniture di diversi vaccini.
Entro fine maggio il totale delle dosi in arrivo dovrebbe aggirarsi intorno ai 17 milioni.
Il commissario straordinario all’emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo ha dichiarato: ”Maggio per me è un mese di transizione e a giugno avremo ancora di più cospicui afflussi di dosi vaccinali che ci permetteranno di aprire a tutte le classi e anche ai punti aziendali”.

L’Unione Europea non rinnova l’accordo per il vaccino AstraZeneca

Intanto per il momento l’Unione europea non ordinerà più vaccini anti Covid-19 alla casa farmaceutica AstraZeneca, l’azienda anglo-svedese contro cui Bruxelles ha avviato un’azione legale, per non aver rispettato i termini contrattuali stabiliti con l’Unione sulle forniture dei vaccini. Lo ha annunciato il commissario europeo per il Mercato interno, Thierry Breton, dopo che la Commissione europea ha siglato un accordo con Pfizer-Biontech, per ricevere 1,8 miliardi di dosi tra il 2021 e il 2023. Proprio i ritardi nelle consegne sono alla base dello stop.

Sileri:” Vaccino Astrazeneca anche ai maschi under 60″

Per il vaccino AstraZeneca in Italia “è stata data indicazione di somministrarlo sopra i 60 anni, io aprirei anche alla popolazione sotto i 60 di sesso maschile, fino ad esaurimento progressivo delle scorte“. Lo ho affermato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, su RaiNews24. “A febbraio-marzo, io non avrei messo la restrizione a 60 anni, ma l’avrei messa più bassa – ha aggiunto – se avessimo ampliato la platea a febbraio avremmo limitato i danni fra gli anziani“.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.