Clan Mallardo, condanne per i boss d’Alterio e Ciccarelli. LA SENTENZA COMPLETA

E’ stata emessa nella tarda serata di ieri la sentenza d’Appello, rito Abbreviato, (Terza Sez. Tribunale di Napoli, pres. Carbone) del processo ‘Grande Malato’ che vedeva alla sbarra diversi imputati coinvolti nell’operazione eseguita contro il clan Mallardo nel gennaio 2015. Tra i reati contestati a vario titolo c’erano associazione di stampo mafioso, estorsione, truffa, ricettazione, violenza privata, minaccia, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e false dichiarazioni o attestazioni in atti destinati all’autorità giudiziaria, turbativa d’asta. Nel mirino degli uomini del Gico, Gruppo investigazione criminalità organizzata, l’ala “militare” del clan, che per gli inquirenti era capeggiata da Vincenzo D’Alterio, Giuseppe Ciccarelli e Giuliano Pianese (quest’ultimo formalmente dipendente della Asl Napoli 2 Nord), che, “mediante l’intimidazione mafiosa, avrebbero controllato il territorio sulla fascia costiera dell’area settentrionale di Napoli (Varcaturo, Lago Patria e Licola)”. Ebbene, rispetto alle condanne di primo grado, sono state rideterminate diverse pene a carico degli imputati. Lieve riduzione di pena per il boss Vincenzo d’Alterio (da 12 anni a 11 anni e 4 mesi) mentre è stata confermata la sentenza per Giuseppe Ciccarelli.

ECCO LA SENTENZA

Vincenzo D’Alterio residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Alfonso Palumbo) 11 anni e 4 mesi di reclusione

Marco Carrella residente a Giugliano condannato a 8 mesi di reclusione (pena sospesa)

Gaetano Cecere residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Luigi Canta) ASSOLTO

Assunta Ciccarelli residente a Giugliano (difesa dagli avvocati Gennaro Lepre e Marco Guaglianone) ASSOLTA (appello inammissibile)

Francesco Ciccarelli residente a Giugliano (difeso dagli avvocati Gennaro Lepre e Marco Guaglianone)  5 anni e 4 mesi

Giuseppe Ciccarelli residente a Giugliano (difeso dagli avvocati Paolo Trofino e Marco Sepe) condannato a 10 anni e 8 mesi

Silvestro Ciccarelli residente a Giugliano (difeso dagli avvocati Gennaro Lepre e Marco Guaglianone) ASSOLTA (appello inammissibile)

Giovanna D’Alterio residente a Giugliano 8 mesi di reclusione (pena sospesa)

Giuseppe D’Alterio residente a Giugliano (difeso dagli avvocati Alfonso Palumbo e Claudio Botti) 1 anni e 4 mesi di reclusione (pena sospesa)

Isabella Damiano residente a Pozzuoli (difesa dall’avvocato Alfonso Palumbo) ASSOLTA

Giuliano Di Lorenzo residente a Napoli –(difeso dagli avvocati Anna Catapano e Lello Della Pietra) 1 anno e 4 mesi (pena sospesa)

Giuseppina Di Lorenzo domiciliata a Giugliano (difesa dall’avvocato Anna Savanelli) ASSOLTA

Teresa di Lorenzo residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Anna Savanelli) un anno e 10 mesi

Francesco Di Nardo residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Antonio Dell’Aquila) ASSOLTO

Teresa Felace residente a Giugliano (difesa dall’avvocato Alfonso Palumbo) ASSOLTA

Anna Galluccio residente a Villaricca (difesa dall’avvocato Bibiana Marsilia) ASSOLTA

Marco La Volla residente a Villaricca (difeso dall’avvocato Antonio Dell’Aquila) ASSOLTO

Luigi Mauriello residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Nunzio Mallardo) ASSOLTO

Antonio Pianese residente a Giugliano (difeso dagli avvocati Guastavo Pansini e Antonio Dell’Aquila) ASSOLTO

Marilena Pianese residente a Villaricca (difeso degli avvocati Gustavo Pansini e Antonio Dell’Aquila) ASSOLTA

Claudio Radente residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Giuseppe Pellegrino) ASSOLTO